Il prosciutto di Faeto e il lardo

Il maiale nero, in passato era molto comune sui rilievi del Sub Appennino Dauno. Si distingueva dagli altri per la statura, robustezza, sobrietà e resistenza
alle basse temperatura grazie alle numerose setole irsute che lo ricoprono. Attualmente i maiali sono  allevati in agro di Faeto allo stato brado.
Il prosciutto di Faeto, lavorato secondo metodi antichi e stagionato per un periodo non inferiore a 12 mesi, è stato riconosciuto dalla Regione Puglia
“Prodotto tipico Regionale”.
Dal grasso del dorso del maiale nero si ottiene il lardo che ridotto in pezzi di forma rettangolare comprendenti la cotenna viene messo in salamoia per circa due giorni, quindi condito con pepe in grani e foglie di alloro e messo a stagionare in luogo areato dai due ai tre mesi.
Faeto Ham
Faeto Lard
In the past black pigs were very common in the Apennines. They are bigger and tougher than regular pigs, resistant to cold weather thanks to their black thick
bristles. Today they are reared in the wild near Faeto.
Faeto ham, made with ancient methods and seasoned for 12 months, has been recognized as “Typical Regional Product “from Puglia. From the black pigs’  fat,comes a lard that is cut in rectangular pieces, including the pigskin, then put in brine for 2 days, seasoned with pepper and bay leaves,and then eventually aged in a cool place for 3 months.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...